Un invecchiamento sano con la dieta mediterranea

La rivista GUT (organo ufficiale della British Society of Gastroeneterology) ha pubblicato un recente studio condotto in 5 paesi tra cui l’Italia che evidenza come un’alimentazione sana porta ad un invecchiamento sano, riducendo le infiammazioni dannose nelle persone anziane.
Hanno preso in esame il microbioma intestinale di 612 persone dai 65 ai 79 anni per 12 mesi. Al primo gruppo di 289 persone hanno concesso di continuare l’alimentazione che conducevano, mentre al secondo gruppo di 323 persone hanno dato una corretta dieta mediterranea detta Nu-Age. Questa dieta è ricca di legumi, frutta e verdura, noci, olive, olio, pesce e povera di carne rossa e grassi saturi. Tutte le diete mediterranee sono state calibrate in relazione all’età e alle patologie.
?‍⚕️
Dopo 12 mesi si è notata una riprogrammazione del microbioma intestinale con un netto aumento di batteri intestinali e una migliore funzione cognitiva. In particolare i ricercatori hanno notato che, in chi seguiva la dieta mediterranea, c’era una perdita della funzione cognitiva molto più lenta e una riduzione delle sostanze infiammatorie dannose, in particolare la Proteina C e l’Interleuchina-17.
in più, i ricercatori, hanno notato che l’aumento di batteri è in grado di produrre acidi grassi a catena corta e che riducono la produzione di acidi grassi biliari secondari, sostanze che, in grandi quantità, espongono le persone ad un maggior rischio di cancro all’intestino e resistenza insulinica.
Questa è una ricerca valida ma il nostro consiglio è quello di fissare un appuntamento con un nostro specialista e farsi seguire per qualsiasi miglioramento o cambiamento di alimentazione.
☎️ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973 o ▶️contattaci qui.
? Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.