L’intestino è l’organo preposto all’assorbimento delle sostanze nutritive e ha l’aspetto di un tubo cavo lungo in media 7 metri (dipende dalla persona). È suddiviso in intestino tenue e intestino crasso. Questa seconda parte comprende il colon ascendente, il colon traverso, il colon discendente, il sigma e il retto.
Il tumore del colon-retto è una neoplasia maligna causata dalla generazione di forme tumorali benigne che insorgono dalla mucosa dell’intestino.
Dobbiamo fare una distinzione tra tumori del colon e tumori del retto, cioè dell’ultima tratto dell’intestino.
L’evoluzione del tumore è molto lenta (in alcuni casi può durare anche oltre 10 anni) e, tra le neoplasie, è una di quelle con maggior incidenza in Italia (seconda nelle donne dopo il tumore alla mammella e terza negli uomini dopo il tumore a polmone e prostata). Una diagnosi precoce e un intervento immediato (con un eventuale trattamento chirurgico) può essere completamente curativo.
La patologia è più rara nella popolazione under 40 mentre in un’età sopra i 60 anni tende a manifestarsi quasi nella stessa proporzione tra uomini e donne.
Negli ultimi anni, grazie ai programmi di screening, diagnosi precoci, terapie sempre più efficaci si è assistito ad una diminuzione della mortalità.

‼ Cosa aumenta i fattori di rischio?
✅Sicuramente, come dimostrato da molti studi, l’alimentazione è uno dei fattori. Una dieta ad alto contenuto di grassi e proteine animali, ma povera di fibre è associata ad un aumento di questo tipo di tumore. Mentre una dieta ricca di fibre, con un largo consumo di frutta e verdura sembrano avere un ruolo protettivo. Inoltre la vita sedentaria peggiora il quadro.

✅Un altro fattore di rischio è la genetica. È possibile ereditare la predisposizione ad ammalarsi di tumore del colon-retto nel caso che un familiare abbia avuto malattie come ad esempio le poliposi adenomatose ereditarie e il carcinoma ereditario del colon-retto.

✅In ultimo abbiamo i fattori non ereditari come:
• l’età sopra i 60 anni (che incide di 10 volte in confronto a chi ha 40 anni)
• Le malattie infiammatorie croniche intestinali
• il fumo
• i polipi del colon
Proprio sui polipi vogliamo approfondire. Sono delle piccole escrescenze dovute al proliferare delle cellule della mucosa intestinale e sono considerati delle forme precancerose sebbene siano benigni.
👨‍⚕️👨‍⚕️👨‍⚕️👨‍⚕️👨‍⚕️👨‍⚕️
L’individuazione precoce della patologia è importantissima e per questo è fondamentale effettuare una visita da uno specialista per evidenziare problematiche.
🌟🌟🌟🌟🌟
Da gennaio possiamo annoverare tra i nostri specialisti il Chirurgo generale Dott. Pier Francesco Alesina. Ha eseguito più di 1000 interventi di laparoscopia complessa sull’addome in particolare sui tumori del colon-retto e dello stomaco e piu´di 3000 interventi di chirurgia endocrina.

✅Vi aspettiamo nella nostra sede di Pescara in Viale Bovio, 275.
☎️ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973▶️contattaci qui.
👍 Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.