Lo scorso 9 ottobre è stata la Giornata Mondiale della Sindrome PANDAS.
L’acronimo inglese P.A.N.D.A.S. sta per “Pediatric Autoimmune Neuropsychiatric Disorder with A Streptococci”, in italiano “Disordine neuropsichiatrico pediatrico autoimmune associato allo streptococco beta-emolitico di gruppo A”, malattia ad esordio improvviso ancora sottodiagnosticata. Individuarla tempestivamente permette di avviare subito le terapie e quindi evitare ai bambini inutili sofferenze.
La malattia è stata scoperta dalla Dr.ssa S.E. Swedo che ha anche coniato l’acronimo del 1998.

I bambini che ne soffrono si comportano in modo “strano”, hanno tic motori, vocali, smorfie facciali, scatti improvvisi di varie parti del corpo, saltellano senza motivo, tossiscono, urlano e possono manifestare anche disturbi ossessivo-compulsivi come necessità di cambiarsi indumenti, ansia, aggressività, irritabilità, iperattività, disturbi del sonno, enuresi e aumento della frequenza urinaria. Inoltre tra i sintomi clinici possiamo annoverare la regressione comportamentale, il deterioramento della scrittura, l’ansia da separazione, allucinazioni visive, olfattive e uditive, ecc.
La sindrome può manifestarsi da un giorno all’altro rendendo il bambino irriconoscibile anche agli stessi genitori, sconvolgendo la vita dell’intera famiglia.

Sindrome P.A.N.D.A.S.👧🧒👦Lo scorso 9 ottobre è stata la Giornata Mondiale della Sindrome PANDAS.L’acronimo inglese…

Pubblicato da Poliambulatorio Stenella su Martedì 13 ottobre 2020