Il Parkinson

La malattia di Parkinson è la malattia neurodegenerativa più diffusa dopo la malattia di Alzheimer.
È una malattia molto lenta ma progressiva che peggiora le funzioni sul controllo dei movimenti e dell’equilibrio. Fa parte delle patologia definite disordini del movimento.
?‍⚕️?‍⚕️
I dati ci dicono che l’esordio della malattia, generalmente, avviene dopo i 60 anni, raramente tra i 20 e i 40 anni ed è estremamente rara prima dei 20 anni. Colpisce circa l’1-2% della popolazione dai 60 agli 85 anni e il 3-5% gli over 85.
La malattia è una sindrome piramidale che da una rigidità muscolare e tremore (durante lo stato di riposo ma che può aggravarsi in caso di ansia e bradicinesia). Queste problematiche portano a disturbi dell’equilibrio con andatura impacciata e curva, depressione e lentezza nel parlare.
?
La malattia ha un’origine multifattoriale in cui interagiscono fattori ambientali e genetici.
Il 20% dei pazienti affetti dalla malattia presenta una storia familiare e quindi si stima che i familiari di persone con il Parkinson, rispetto alla popolazione generale, abbiano un rischio leggermente superiore di contrarla.
Invece i fattori ambientali sono l’esposizione a tossine quali alcuni pesticidi, idrocarburi solventi, metalli pesanti (manganese, rame, ferro, alluminio e piombo), ma anche la dieta e il fumo. Erbicidi, insetticidi e fungicidi sia per inalazione che per assunzione tramite cibo e acqua che per contatto cutaneo.
?‍⚕️?‍⚕️
La prevenzione sicuramente aiuta a controllarne i sintomi. Vi consigliamo, in caso di dubbio, di prenotare un appuntamento con i nostri specialisti.

☎️ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973 o ▶️contattaci qui.
? Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.