Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Mercoledì 16 ottobre 2019, è stata la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

I dati ci dicono che 820 milioni di persone soffrono di denutrizione cronica, quindi non riesco a raggiungere il giusto apporto calorico per sopravvivere. Ma nel contempo circa un terzo del cibo prodotto finisce nella spazzatura.
Obiettivo della FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nation) è “Fame Zero”.
La FAO afferma che il cibo è un diritto umano fondamentale e che quindi deve essere garantito a tutti.
Il diritto al cibo fa parte delle carte costituzionale di oltre 20 paesi e circa 150 paesi hanno ratificato il Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali del 1966. Questo Patto chiede di introdurre apposite leggi sul diritto di un’adeguata alimentazione.
Mangiare evitando gli sprechi è una questione di giustizia. Buttare cibo, sprecare acqua significa non solo una grave perdita di denaro ma questi comportamenti hanno anche un forte impatto ambientale. Ma non tutto possiamo fare noi cittadini perché, ad esempio, pochi sanno che il 14% di tutto il cibo prodotto nel mondo diventa immangiabile ancora prima di raggiungere gli scaffali dei negozi per problemi delle aziende in fase di stoccaggio, conservazione e trasporto.
????????
L’ambientalista e attivista indiana Vandana Shiva ci ricorda che:
Il corpo del bambino obeso occidentale e lo scheletro di quello africano sono il prodotto dello stesso sistema alimentare.