La cifosi in età scolastica

“Stai più dritto!!!” ?‍♂️?‍♀️
Chi di noi non ha ricevuto questo rimprovero dai genitori?
L’esortazione dei genitori ad una corretta postura è normale in età scolastica. La maggior parte dei ragazzi tende a curvare in avanti la schiena e, di conseguenza, ad avere le spalle chiuse. Un incurvamento della colonna vertebrale è normale e fisiologico, ma quando si parla di cifosi? Possiamo parlare di cifosi quando la curvatura supera i 45° (l’angolo normale va dai 20 ai 45°).

?Perchè può venire la cifosi?
?‍⚕️Nella maggior parte di casi è dovuta ad una postura scorretta di chi passa troppo tempo con il corpo chino e le spalle chiuse. Non è difficile capire che gli smartphone e i tablet sono alla base dell’aumento di questo problema in età pediatrica. Il vero problema non è stare chinati 10 minuti ma assumere una postura errata per ore e ore, come succede generalmente ai nostri figli sui dispositivi elettronici. Le loro ossa sono ancora fragili e deformabili e con il tempo tendono a deformarsi in maniera definitiva.
Naturalmente dobbiamo prestare attenzione ai pesi, come ad esempio lo zaino scolastico.

?Si può prevenire?
?‍⚕️È importante far tenere una postura corretta ai bambini e ai ragazzi ad esempio limitando l’uso dei dispositivi elettronici, cambiare il piano di studio o di lavoro, far fare uno sport che rinforza e allunga i muscoli e che facilita lo sviluppo delle cartilagini.

?Com’è la situazione a livello nazionale?
?‍⚕️Negli ultimi anni la cifosi, nella popolazione più giovane, è aumentata a livello esponenziale. La Società Itlaiana di Ortopedia e Traumatologia ci porta a conoscenza che negli ultimi 10 anni si è registrato un aumento del 700% dei casi di cifosi nelle scuole medie.

‼️In caso notiate, nei vostri figli, una postura scorretta è importante agire immediatamente e contattare uno specialista per una valutazione e, nel caso di cifosi, lordosi o scoliosi, iniziare subito un programma di correzione.

☎ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973 o ▶contattaci qui.
? Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.