Oggi vogliamo trattare un tema delicato: alimentazione e cancro, in particolare al seno. La Dott.ssa Anna Rita Pica ci aiuta a capire di più su questa patologia.
👩‍⚕️👩‍⚕️👩‍⚕️
Il tumore al seno è la seconda forma di cancro più frequente nella popolazione mondiale nella forma maligna. Il tasso di sopravvivenza a cinque anni dopo la diagnosi è passato dal 63% nel 1960 al 90% ai giorni nostri, grazie alla prevenzione.
Mangiare in modo corretto è importante non solo per prevenire il cancro, ma anche per ridurre il rischio di recidiva. Una sana alimentazione può dunque, diventare un’alleata perfetta per prevenire e trattare il cancro del seno, contribuendo a sentirsi meglio e limitando gli effetti collaterali delle terapie. Tra gli effetti collaterali della terapia abbiamo la nausea che ha un impatto negativo sul PIACERE di mangiare.
Ciò comporta la tendenza a prendere peso con più facilità e quindi a sviluppare nel tempo altre patologie legate all’aumento del peso (patologie cardiovascolari e disordini metabolici).
Quindi è molto importante evitare il sovrappeso, in particolar modo il grasso viscerale che contribuirebbe, tra le altre cose, ad alimentare un altro importante fattore da tenere sotto controllo che è lo stato infiammatorio.
👩‍⚕️ Che stile alimentare bisogna seguire?
Si raccomanda di seguire uno stile alimentare salutare, basato sul consumo di legumi, alimenti vegetali (verdura e frutta), cereali integrali (che sono meno calorici), carni bianche (poche) e pesce.
Questi sono alimenti che riducono lo stress ossidativo e abbassano lo stato di infiammazione. Invece una dieta troppo ricca di alimenti altamente energetici, in particolare prodotti industriali,(dolciumi ,biscotti, merendine, snack al cioccolato, patatine, salse da condimento ecc.), é strettamente correlata ad un aumento del rischio di sovrappeso e ad obesità. Queste condizioni aumentano il rischio di cancro e di numerose altre patologie croniche.
Anche le bevande dolci hanno un ruolo cruciale nell’aumento del peso, soprattutto se consumate con regolarità. L’eccesso di alcool, indipendentemente dal tipo di bevanda, risulta legato ad un aumento del rischio di cancro.
La donna con cancro al seno non dovrebbe bere il latte e mangiare i suoi derivati (burro, creme, formaggi stagionati, gelato, budini), perché gli estrogeni contenuti in questi alimenti sono un fattore di rischio per le recidive.
Perché gli estrogeni sono ritenuti coinvolti nell’insorgenza e nello sviluppo di almeno due terzi dei tumori mammari. Anche la soia si dovrebbe evitare perché contiene fitoestrogeni, molecole con strutture simili agli ormoni estrogeni.
🚶‍♀️🚶‍♂️Infine è importante praticare attività fisica (anche un’ora di camminata veloce) quotidianamente.


DOMANDE E RISPOSTE
👩‍⚕️Quanto incidono le abitudini alimentari sul rischio di sviluppare un tumore?
👩E’ stato calcolato che le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa 3 tumori su 10.
👩‍⚕️Quali cibi vanno privilegiati e quali evitati?
👩Bisogna portare a tavola almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno e privilegiare nella scelta di cereali, pane, pasta e riso quelli integrali e abbinarli sempre ad una piccola parte di legumi.
👩‍⚕️È vero che anche l’alcol può favorire lo sviluppo dei tumori?
👩Il rischio del consumo di alcol varia da tumore a tumore. Nelle donne sembra che sia responsabile del 5% dei casi di tumore al seno.

✅Vi aspettiamo nella nostra sede di Pescara in Viale Bovio, 275.
☎️ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973 o ▶️contattaci qui.
👍 Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.