Tagli nel cuore? No, sulla pelle

Negli ultimi anni, in Italia, stanno aumentando gli episodi di autolesionismo tra i giovani. A darci questa notizia è l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che nota come un ragazzo su 5 ha compiuto gesti autolesionistici (saltuari o continuativi).
I suicidi, tra i ragazzi fino ai 24 anni, stanno diminuendo negli ultimi anni ma aumentano i casi di autolesionismo.
Il responsabile di nueropsichiatria dell’Ospedale, Stefano Vicari, ci spiega che “l’autolesionismo, è un fenomeno in rapida crescita e si tratta di una emergenza vera e propria perché l’attenzione sul fenomeno è ancora troppo bassa, i genitori e la scuola fanno fatica a rilevarlo e perché l’offerta assistenziale nel nostro Paese è limitatissima”.
Aggiunge, la presidente dell’Ospedale, Mariella Enoc che “I ragazzi con disturbi mentali vivono una situazione di estrema sofferenza, la loro difficoltà diventa quella della famiglia, che entra in crisi. I genitori si sentono responsabili e tendono a nascondere la realtà che stanno vivendo, schiacciati dallo stigma sociale”
???‍?‍??‍?‍?‍??‍?‍?‍??‍?‍?‍??‍?‍??
Il primo controllo è sempre delle famiglia, che deve prestare attenzione ai comportamenti dei figli, e successivamente affrontare il problema con uno specialista di Psicologia dell’età evolutiva.

☎️ Se vuoi avere più informazioni chiamaci allo 085 4711973 o ▶️contattaci qui.
? Ricordiamo a tutti gli interessati che è necessario prenotare l’appuntamento per parlare con i nostri specialisti.